Tradizioni pasquali italiane per bambini

Pasqua o Pasqua è la seconda più importante festa italiana dopo il Natale. È un weekend prolungato in Italia e anche la festa italiana che cade a Pasquetta (piccola Pasqua o Lunedì di Pasqua) che è una tradizione che è tua per godere secondo i tuoi desideri.

In realtà i giovani folle sono più propensi a trascorrere il fine settimana a casa di un amico, o hanno un lungo fine settimana in un’altra città , senza genitori. Un famoso detto italiano che è appropriato per questa stagione è:

1. Cioccolato e uova dipinte

Ogni festa celebrata in Italia include il proprio cibo unico. La Pasqua è particolarmente emozionante per i bambini in quanto vengono date enormi uova di cioccolato vuote, che hanno l’interno dell’uovo contenente una sorpresa.

Io, che sono un romano nativo ho ricordi vividi di diverse occasioni in cui ho aspettato con anticipazione come mio fratello ha rotto un enorme uovo di cioccolato decorato con decorazioni di zucchero abbellito durante la celebrazione di Pasqua a casa di un amico di famiglia. Una delle mie attività preferite in questo periodo dell’anno è passeggiare per le strade della città e dare un’occhiata alle vetrine dei negozi decorate con uova di cioccolato di tutte le forme, dimensioni e sfumature.

L’uovo sodo dipinto con vernice è anche un passatempo a cui partecipano molti bambini. I bambini dipingono le uova da soli, mentre altri le colorano in modelli monocromatici di base mettendo vari ingredienti, come frutta o verdura in acqua calda bollente. I coloranti più comunemente usati includono le barbabietole per l’aceto rosso, per il marrone e il giallo zafferano e il mirtillo per il blu.

2. Firenze: La Festa del Carro

Questa usanza ebbe inizio nel 1096, dopo il ritorno del cavaliere fiorentino Pazzino di Ranieri Pazzi e tenne lo stendardo della Santa Croce a Gerusalemme durante le Crociate. In riconoscimento del suo coraggio il cavaliere ha ricevuto pezzi di selce prelevati dal Santo Sepolcro e dalla Croce di Cristo.

Dopo il suo ritorno a Firenze queste pietre servirono ad accendere il fuoco sacro della Veglia pasquale e successivamente, furono trasportate per le strade di Firenze. Firenze.

3. Roma: la Città del Vaticano e non solo

Roma è il luogo in cui si trova lo Stato del Vaticano ed è in questo periodo dell’anno è una destinazione popolare per i pellegrini cattolici (prendere nota di questo: Cappella Sistina di Roma ha chiusure eccezionali durante il lungo fine settimana di celebrazione). La buona notizia per i turisti romani tuttavia, gli altri musei rimarranno aperti.

Il Venerdì Santo, molte persone si riuniscono nella Basilica di San Pietro per ascoltare il discorso del Papa alle 17. Poi, poco dopo il Papa inizia il suo viaggio per onorare la Via Crucis di Gesù con una processione a lume di candela che inizia dal Palatino.

Dopo aver fatto 14 fermate sul percorso per commemorare le orme di Cristo e per pregare la preghiera finale del Santo Padre, si conclude nel Colosseo. Il fascino di questa sfilata è la folla di persone con fiaccole che si uniscono anche le persone che non pensano di se stessi come religiosi Questo è un evento davvero magico.

4. Cibo: Tradizioni italiane da Nord a Sud

In Lombardia in Lombardia, la Colomba è il dolce più conosciuto al mondo che è una torta a forma di colomba composta da mandorle, zucchero e albumi. La torta è ormai popolare in tutto il mondo, ma è un prodotto della regione che ospita Milano. Altra tradizione del nord è la pinza Pasquale di Trieste che è un pane dolce con una croce a tre punte sopra la parte superiore.

Un’usanza pasquale meridionale può essere trovata in uno dei cibi pasquali più popolari è Casatiello Casatiello di Napoli che è una torta acida fatta di salame, formaggio, salsiccia e persino uova sode. Catania, la Sicilia ha un tipo unico di biscotti pasquali chiamato aceddu cu ” l’ova. Questi biscotti sono molto semplici e sono disponibili in una varietà di forme (la più nota è la colomba) Una volta cotti, vengono distribuiti a parenti e amici per mostrare affetto e buona fortuna.

Lascia un commento